Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per scopi statistici in forma anonima.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca QUI.
Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
OK

Fragola

albicocco   |   fico   |   fragola   |   melone   |   pero   |   pesco

L'impiantoChiudi

Le fragole vengono piantate a filari, su terreno ben lavorato e abbondantemente concimato con letame maturo (50 q.li/1000 mq); i frutti saranno particolarmente gustosi se potassio e magnesio sono in rapporto equilibrato, cioè 1 a 4. Le piantine, con distanza sulla fila di 25 cm circa, devono essere piantate a fine Agosto per permettere un buon radicamento delle piante in autunno, prima dei freddi invernali; dopo l’interramento della concimazione il terreno deve essere “baulato” a favorire lo sgrondo delle piogge, e le piantine pacciamate con film di carta o telo in canapa - i film plastici non ci piacciono! - e abbondantemente irrigate; la distanza tra una fila e l’altra, invece, sarà di 70 cm circa.

La coltivazioneChiudi

Fondamentale come detto assicurare un’eccellente irrigazione, che può avvenire per scorrimento a infiltrazione laterale oppure attraverso la classica manichetta forata che può scorrere sotto il telo pacciamante. I fragoleti hanno generalmente durata biennale perché con il tempo le piante diminuiscono quantità prodotta e pezzatura; utilissimi gli stoloni (che sono le radici laterali) per dare origine a nuove piantine che potranno radicare nell’interfilare, specialmente se il terreno è umido e fresco.

La raccoltaChiudi

La maturazione avviene nei mesi di Aprile e Maggio, a seconda della latitudine di coltivazione e delle relative temperature medie e disponibilità di luce. Vi suggeriamo di raccoglierle tagliando il frutto a circa 1-2 cm dalla base del picciolo e di posizionarle in vaschette dal peso massimo di 500 gr, così che le fragole non si schiaccino tra loro. Molto importante lo stato di maturazione, che si riconoscerà facilmente dall’assenza di colore verde alla base del picciolo.


Un segreto

Vietata l’irrigazione “a pioggia”: favorisce l’umidità e quindi l’attacco di malattie fungine!






Facebook
Twitter
Instagram
YouTube
Pinterest